Aggressione a lavoratori isolati.
Come chiedere aiuto

Con un semplice bottone bluetooth, VerticalMan può essere arricchito della funzionalità di richiesta di aiuto silenziosa tipica dei panic button.

Condividi questo post

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Esistono diverse tipologie di lavoratori isolati (infermieri, guardiani, portieri, etc.) che possono ritrovarsi in situazioni minacciose oppure essere proprio aggrediti da malintenzionati. In quel caso è preferibile richiedere dei soccorsi ma senza che l’assalitore se ne accorga. La soluzione migliore è un panic button.

A tal proposito l’App VerticalMan® permette di associare Flic, un piccolo bottone Bluetooth. E’ possibile nasconderlo in tasca, cucirlo all’interno degli abiti oppure attaccarlo sotto una scrivania, in modo da poterlo premere senza che nessuno lo noti. La pressione fa scattare immediatamente le notifiche remote silenziose di richiesta di soccorso (SMS, Web, email)  senza alcun allarme locale e senza attivare le notifiche con chiamate vocali così da non insospettire le persone nelle vicinanze.

Il soccorritore riceverà la segnalazione di allarme sapendo esattamente che si tratta di una richiesta da Panic Button e la posizione (GSM o indoor) del richiedente, pertanto attiverà immediatamente le procedure idonee per l’intervento di aiuto in caso di aggressione.

Il pulsante Flic ha una batteria sostituibile che può durare fino a 3 anni, pertanto la manutenzione è pressocché inesistente. Si tratta di un bottone wireless generico che può diventare un comodo panic button per migliorare la sicurezza.

Con l’aggiunta di un affidabile, ma poco costoso pulsante Flic, si è in grado di aggiungere una potente funzionalità a VerticalMan per rendere ancora più sicuri i lavoratori isolati anche in caso di aggressione.

Potrebbero Interessarti